>> programma narconon >> La vita e i meccanismi della dipendenza



La spirale discendente
La vita e i meccanismi della dipendenza
L' alcool e i problemi
Aspetti Biochimici dell' alcolismo
Le fasi del Programma Narconon

La vita e i meccanismi della dipendenza da alcool

dipendenza Il ciclo della dipendenza inizia con una serie di problemi,  disagi o qualche forma di dolore fisico e/o emotivo che una persona prova e vive con molta difficoltà.
Qui abbiamo una persona sostanzialmente buona, com’è la maggior parte della gente, che ha incontrato un problema o un disagio e non è in grado di risolverlo.
Per un adolescente, ad esempio, potrebbe scaturire dalla difficoltà di inserirsi in un contesto scolastico o, per un adulto, da una separazione o un divorzio indesiderate.
Potrebbe trattarsi di un disagio fisico come una gamba rotta, un mal di schiena o insonnia. La persona che sta vivendo tali disagi, ha dei problemi. Sente questi problemi come una situazione preoccupante e persistente e non riesce a trovare da nessuna parte una soluzione che gli offra un sollievo immediato.
Noi tutti abbiamo vissuto situazioni del genere, in maggiore o minore misura. La differenza tra chi diventa dipendente e chi no, in situazioni del genere, è dovuta alla presenza (o meno) di una significativa pressione “pro-sostanze” tossiche (farmaci, droga o alcool) esercitata da chi, a vario titolo e competenza, ha influenza su di noi.
Con questo si vuol dire che la persistenza di una condizione di dipendenza è dovuta, a nostro avviso, alla soluzione erronea che le persone vicine a questi soggetti cercano, spesso in buona fede, di mettere in atto.
Sempre più spesso questa soluzione è affidata a terapie farmacologiche che durano anni: non risolvono il problema, ma più facilmente “lo spostano”, passando da dipendenza per una sostanza a dipendenza per altre sostanze.          

L’alcool e i problemi: come si sviluppa la dipendenza da alcool
La persona comincia a bere. L’alcool gli dà l’illusione di risolvere il suo problema. Dopo che ha bevuto, la persona ha l’impressione di sentirsi meglio, perché in quel modo gli sembra di essere più capace di affrontare la vita. Adesso l' alcool è diventato prezioso, per lui o per lei.
Chi ha cominciato a usare alcool, ne aumenta gradualmente la quantità. Ora è in trappola. Qualsiasi fosse il problema che aveva cercato di risolvere, bevendo o usando alcool, adesso è svanito dalla sua memoria. A questo punto, tutto ciò a cui riesce a pensare è l'alcool. Perde la capacità di controllarne l’uso e semplicemente si rifiuta di prendere in considerazione le tragiche conseguenze delle sue azioni.